Correre per il Nepal sulle Orobie, possibile con i “pettorali solidali”

I temi sociali non solo sono ormai di casa nel running in Italia, ma anche nel trail e verrebbe da dire: “per fortuna”.
Mossi dall’entusiasmo per il successo delle iscrizioni (chiusura ufficiale il 30 giugno), gli organizzatori della 42 km sulle Alpi Lombarde, la Marathon Trail Orobie hanno deciso di mettere a disposizione 50 pettorali supplementari ad un costo di 150 euro e devolvere il 50% del ricavato a favore dell’associazione dedicata dell’alpinista bergamasco Roby Piantoni. Questa con il progetto Insegnanti per il Nepal ha come obiettivo il sostegno economico della scolarizzazione dei bambini che vivono nei villaggi più remoti della Valle del Makalu.
“Siamo dunque felici di supportare una Onlus, nata proprio qui a Bergamo, con cui condividiamo la passione per lo sport e la natura, ma anche un’attenzione per la montagna in tutti i suoi aspetti” racconta Matteo Zanardi, coordinatore della manifestazione.

Ph. Credit: Giovanni Marchesi Fotografo

Roby Piantoni ha vissuto seguendo la propria passione per la montagna e l’alpinismo, praticandoli dalle pareti orobiche fino alle alte vette himalayane. La sua carriera è interrotta prematuramente quando è scomparso durante la spedizione sullo Shisha Pangma nel 2009.
Oltre ad aver compiuto grandi imprese alpinistiche, in Nepal Roby si era interessato anche a come migliorare la vita delle persone che abitano in prossimità delle montagne su cui lui andava a scalare. I suoi amici e familiari, dopo il suo incidente, hanno deciso di fondare un’associazione per portare avanti i suoi progetti.

Per ottenere uno dei pettorali solidali sarà sufficiente inviare entro il 30 giugno, una mail a iscrizioni@outbg.it con oggetto: Richiesta Pettorale Solidale MTO for Nepal.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *